Autore: Virginia Avveduto

I paradossi della nostra epoca

I paradossi della nostra epoca

Viviamo l’epoca dei paradossi, una normalità piena di bizzarrie. Talvolta bisognerebbe soffermarsi su ciò che sembra banale per smontare i malsani meccanismi del nostro Tempo. Proponiamo una breve riflessione che possa andare oltre la solita retorica. Abbiamo cucine sempre più professionali ma consumiamo pasti sempre…

Condividi
Direttore o direttrice? Come il linguaggio influenza il pensiero

Direttore o direttrice? Come il linguaggio influenza il pensiero

Immaginate un medico con il camice che suona il pianoforte. Adesso dimenticate il camice e il pianoforte e soffermatevi sul medico. Scommetto che la maggior parte di voi avrà immaginato un medico uomo e in pochissimi avrete immaginato un medico donna. Eppure se avessi detto…

Condividi
Ragazzi, come state?

Ragazzi, come state?

In tutto questo trambusto, tra una rincorsa di Ciampolillo e un urlo della Meloni, mi piacerebbe soffermarmi su quei ragazzi in penombra davanti alla webcam. Si alzano dopo una ventina di snooze della sveglia, precisamente 5 minuti prima della lezione. Il corpo è superfluo, perché…

Condividi
Desiderio di successo e paura di fallire, due trappole mentali insidiose

Desiderio di successo e paura di fallire, due trappole mentali insidiose

Quando il desiderio di successo diventa un’ossessione In una società come la nostra, improntata sulla competizione, accresce in molti il bisogno di ottenere successo. Allo stesso tempo, in molti altri diventa sempre più insostenibile la paura di fallire. Il comportamento di ognuno è determinato da…

Condividi
A quale normalità vogliamo tornare?

A quale normalità vogliamo tornare?

Da quando la vita di tutti è stata stravolta dalla pandemia, l’auspicio comune è quello di “Tornare alla normalità”. Imperterriti, sono tanti a ripetere come un mantra “Torneremo quelli di prima”. Ebbene, siamo proprio sicuri di voler tornare “quelli di prima”? Com’eravamo prima? O meglio,…

Condividi
Torneremo ancora

Torneremo ancora

Torneremo a viaggiare, a scoprire nuovi luoghi, a ripercorrere quelli già visti e vissuti, a perderci con il navigatore e a lamentarci di quella voce metallica che ti dice “Tra 500 metri girare a destra, poi fai una capovolta, un’altra ancora, conta fino a 10…

Condividi