A NATALE (2020) PUOI

A NATALE (2020) PUOI

A Natale puoi, se vuoi, andare all’estero.

A Natale puoi, se puoi, raggiungere i tuoi.

A Natale puoi restare solo a casa, anche se in due è decisamente meglio.

A Natale puoi ricordare i Natali passati.

A Natale puoi programmare i Natali futuri.

A Natale puoi riflettere a fondo su che cos’è, in fondo, il Natale.

A Natale puoi non guardare “Una poltrona per due”.

A Natale puoi estrarre un numero e urlare per primo: AMBOOO!

A Natale puoi non giocare a tomb…ola con la nonna. Dovete pur sopravvivere entrambi.

A Natale puoi videochiamarla la nonna, farla ridere e prometterle che la riabbraccerai a Pasqua.

A Natale puoi guardare la Messa di Natale in streaming.

A Natale puoi (citando Woody Allen) ringraziare Dio di essere ateo.

A Natale puoi fare un bonifico alla Caritas o a Emergency o a chi vuoi tu (consideralo un modo come un altro per far “girare l’economia”).

A Natale puoi cantare “Tu scendi dalle stelle” sul balcone, al freddo e al geeelo.

A Natale puoi cucinare e mangiare tutto quello che vuoi (ti basterà salire sulla bilancia il 1° gennaio per inaugurare un 2021 di merda).

A Natale puoi guardare “Quarto potere” di Orson Welles.

A Natale puoi giocare a scacchi online e sentirti il re, o la regina. E Netflix muto!

A Natale puoi restare in silenzio e smetterla per un po’ di commentare, criticare, pontificare e tenere una lectio magistralis su tutto ciò che non ti compete.

A Natale puohi restare tu “Maria Giovanna e una capanna“.

A Natale puoi “restare sul divano, chiudere un poco gli occhi e con dolcezza far partire la tua mano“. 

A Natale puoi non regalare niente a nessuno e dare così un duro colpo alla lobby dei calzini in pile.

A Natale puoi regalarti un libro.

A Natale puoi chiamare col #31#, bisbigliare “A te e famiglia” e buttare giù.

A Natale puoi non rompere il cazzo e accettare che c’è chi sta peggio di te: i sanitari, i ricoverati, i morti.

A Natale puoi scrivere una lettera di reclamo a Babbo Natale, ad Amazon o a Dio.

A Natale puoi ubriacarti sotto il vischio.

A Natale puoi fare tutto.

A Natale puoi rimandare tutto.

A Natale puoi non fare niente, tanto ci sarà un altro Natale: la data puoi sceglierla tu. Puoi, sì, puoi.

 

(Francesco G. – sequestoeunblog.it)   ________________________________________________________________________________

A NATALE PUOI SOSTENERE SE QUESTO È UN BLOG

utilizzando il pulsante delle DONAZIONI presente in pagina,

oppure effettuando i vostri acquisti su Amazon.it utilizzando 

questo link: https://amzn.to/2lWP1cg. GRAZIE.

________________________________________________________________________________

LEGGI ANCHE:

No, non siamo tutti uguali di fronte al Coronavirus

Dal Vangelo secondo Matteo: il cammino verso la santità di Capitan Salvini

Perché i giovani non “figliano” più come una volta

Bugie, tradimenti e dietrofront: il M5s in 10 punti

Il re è nudo! Compriamo dei vestiti a Salvini

Tutto quello che detesto di voi che mi chiamate “buonista”

Le 20 domande a cui Salvini non risponderà mai

Noi migranti italiani facciamo così

Italiani che odiano le donne

Nessuno ha chiesto la vostra opinione

È tutta colpa dei migranti

Condividi

Comments

comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.